LE DIVE A QUATTRO RUOTE: LA LANCIA AURELIA B24.

LE DIVE A QUATTRO RUOTE: LA LANCIA AURELIA B24.

La carriera da star del cinema della Lancia Aurelia B24 è legata ad uno dei capolavori di Dino Risi, evocativamente intitolato “Il sorpasso”. La vera protagonista silenziosa della pellicola, infatti, risulta essere questa spider, considerate tra le più belle autovetture della storia dell’industria automobilistica mondiale. Sarà lei ad accompagnare i due protagonisti, interpretati da Gassman e Trintignant, in una folle avventura sulle strade del centro Italia; e che si concluderà tragicamente, con lo schianto della vettura su una scogliera a strapiombo, e la morte del personaggio interpretato dall’attore francese. 

Concepita da Giovanni Lancia come un prodotto d’elite, la Aurelia B24 vede la luce nel 1954. La produzione in serie comincerà nel dicembre di quell’anno, per consentirle il vernissage al Salone dell’auto belga, in programma per il mese di gennaio dell’anno successivo. Negli anni immediatamente successivi, la B24 subirà una evoluzione, che le conferirà quelle caratteristiche, che poi la distingueranno per sempre: la capote in tela, ripiegabile a scomparsa, le portiere senza maniglia, i sedili scorrevoli e ribaltabili, il comando del cambio a leva centrale, e un ampio bagagliaio.

Ciò che ne faceva la protagonista ideale di un film come “Il sorpasso” era però la brillante accelerazione e la velocità, che le permisero di conseguire anche importanti risultati in campo sportivo.  La storia dell’Aurelia terminerà nel 1959, quando si esaurirà la produzione anche dell’ultima serie, dotata di un motore da 2500 cc.

Se vuoi maggiori informazioni sul noleggio, contattaci e riceverai un preventivo dettagliato con il canone mensile costante e senza fregature!

Voglio ricevere un contatto!