Super ammortamento, facciamo chiarezza

Super ammortamento, facciamo chiarezza

Improvvisamente e forse un po’ frettolosamente, col “superammortamento” alcune imprese hanno cominciato a riflettere se non sia il caso di tornare alla formula classica di acquisizione dei mezzi di produzione e dei beni strumentali; una modalità che in passato aveva nell’operazione finanziaria, cioè nel leasing, uno dei suoi punti cardine.

Tornate agguerrite dopo aver lasciato per anni l’economia all’asciutto, con un approccio al credit scoring rigido e non sempre trasparente, banche e finanziarie stanno godendo ora di un’azione di governo frutto di una lobby tipicamente italiana e in netta controtendenza rispetto a quanto avviene nel resto d’Europa. Un privilegio a termine, dato che nel 2017 con ogni probabilità l’agevolazione non sarà rinnovata. E’ presto quindi per dire se questo beneficio si consoliderà o sarà un fenomeno passeggero. Tuttavia, vale la pena approfondire il tema, che rischia di gettare un’ombra negativa troppo superficiale sul noleggio.

E’ proprio la sporadicità del beneficio fiscale – il fatto che sia un regalo “una tantum” utile giusto a drogare un po’ le vendite e a fare qualche leasing – a renderlo incompatibile per quelle aziende che hanno optato sul noleggio come soluzione strategica, utilizzandolo come leva per pianificare un rinnovo del parco costante e continuo e ottenere servizi aggiuntivi seri, vantaggiosi e professionali. E’ pur vero che, con l’economia in ripresa, alcune aziende potrebbero trovarsi quest’anno nella necessità di dover abbattere gli utili.

La diatriba locazione operativa Vs. leasing finanziario dovrebbe tenere conto di ulteriori aspetti, alcuni dei quali peculiari ad alcuni mondi in cui il noleggio prospera come strategia, come quello dell’IT. Per prima cosa, le imprese che da anni sono approdate al noleggio apprezzano la soluzione nel suo complesso (tutti i servizi sono inclusi in un unico canone). I partner finanziari non arriverebbero mai (sempre ammesso che a loro interessi) a un’efficienza reale e vantaggiosa sui servizi manutentivi e assicurativi, sulla flessibilità nella rapida sostituzione o integrazione del parco, nella gestione degli aspetti amministrativi e nella globalità del finanziato (in pratica, non gestiscono nessun asset per conto del cliente). Inoltre, in questo settore o in altri simili, lo sviluppo della tecnologia è notevolmente più rapido rispetto alle tempistiche dei vantaggi del superammortamento, che sono strettamente connessi al mantenimento del bene per tutto il periodo di ammortamento fiscale, e le aziende si troverebbero nella paradossale situazione di perdere vantaggio competitivo proprio perché incatenate a una soluzione che non consente loro di modificare le scelte in itinere agguantando efficienza derivante da nuova tecnologia.

Da ultimo, il superammortamento è un’agevolazione concessa anche alle società di locazione operativa (almeno a quelle che non cedono i propri contratti alle finanziarie) nella fase di acquisto dei loro cespiti che metteranno nel parco noleggio: le aziende che in questa attività hanno il loro core business, a breve o a lungo, dry o wet, sanno bene come far ricadere i benefici (reali) di ciò sui loro clienti.

Fonte: rentalblog.it

Se vuoi maggiori informazioni sul noleggio, contattaci e riceverai un preventivo dettagliato con il canone mensile costante e senza fregature!

Voglio ricevere un contatto!