PATENTE A PUNTI AL GIRO DI BOA DEI 15 ANNI: QUALCHE NUMERO.

PATENTE A PUNTI AL GIRO DI BOA DEI 15 ANNI: QUALCHE NUMERO.

Entrata in vigore il primo luglio del 2003, la normativa sulla patente taglierà, tra qualche mese, il traguardo del quindicesimo anno di applicazione. Un’occasione per sviluppare qualche riflessione, e ricavarne qualche conclusione, circa il comportamento degli italiani al volante. Ad oggi, i punti complessivamente decurtati assommano a 122 milioni circa. Sono più di 90.000 gli automobilisti cui residuano meno di dieci punti; più di 20.000, invece, quelli che hanno perso tutti e venti i punti disponibili. Di questi ventimila indisciplinati impenitenti, quasi quattromila risiedono in Lombardia; a ruota, seguono i campani (2.195 automobilisti a zero punti), i piemontesi (1.793) e i laziali (1.782). I più virtuosi sono i lucani: sono solo 93, infatti, i casi di azzeramento dei punti. Dal punto di vista del genere, gli automobilisti maschi a zero punti sono percentualmente molti di più delle donne. Volendo ribaltare la prospettiva, è opportuno segnalare che, al contrario, assommano a circa il 48% del totale gli automobilisti che hanno raggiunto il numero massimo di 30 punti, grazie al bonus biennale legato alla correttezza del comportamento alla guida. Va ricordato che, in caso di azzeramento dei punti, si può guidare per 30 giorni dalla notifica da parte del Ministero dei Trasporti, prima di sostenere nuovamente l’esame di guida. Per recuperare invece qualche punto perso, e specificamente fino a sei, sono attivati dei corsi specifici, presso le autoscuole.

Se vuoi maggiori informazioni sul noleggio, contattaci e riceverai un preventivo dettagliato con il canone mensile costante e senza fregature!

Voglio ricevere un contatto!